Martedì 03 dicembre 2019 - ore 17.30

Sala "Bobi Bazlen" - Civico Museo Teatrale "Carlo Schmidl" - Palazzo Gopcevich - Via Rossini, 4

Incontro con il dott. Cristian Sfreddo

A cura della dott.ssa Cristina Sbaizero

 

"Lo sviluppo economico delle imprese necessita di vari strumenti tra cui quelli tipici della finanza straordinaria. Parlare di qualcosa di "straordinario" può essere inteso con un'accezione negativa, come qualcosa di atipico, insolito, fuori dall'ordinario, quindi può incutere timori e dubbi negli interlocutori. Si tratta solamente di paure immotivate, di spazi da colmare dovuti ad una distanza culturale tra persone appartenenti a sfere diverse. La conoscenza degli strumenti e del lessico utilizzato dagli operatori di finanza, consente agli imprenditori di aprire le porte ad un mondo di opportunità per crescere e competere in maniera più strutturata e sostenibile."


 
Dott. Cristian Sfreddo - nato a Pordenone, ha compiuto studi di economia aziendale conseguendo la Laurea all'Università Bocconi di Milano. Svolge da oltre 20 anni l'attività di consulente in ambito finanziario, operando all'inizio per primaria società in Svizzera, e successivamente come libero professionista. Collabora con numerosi operatori di finanza straordinaria, nazionali ed internazionali, tra cui fondi di private equity, club deal, merchant bank e advisor di M&A.

 

PROGETTO RINASCIMENTO

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Fondazione Casali

Fondazione CRTrieste

Sezione Arti Visive

Sezione Arti Visive

Sezione Lettere

Sezione Lettere

Sezione Medicina

Sezione Medicina

Sezione Scienze

Sezione Scienze

Sezione Scienze Morali

Sezione Scienze Morali

Sezione Spettacolo

Sezione Spettacolo

Sezione Musica

Sezione Musica

Sezione Relazioni Internazionali e Integrazione Europea

Sezione Relazioni Internazionali e Integrazione Europea

via San Nicolò, 7 • 34121 Trieste
tel/fax 040 366744
info@circoloculturaeartits.org

Segreteria

ORARIO DI APERTURA

LUN MAR MERC GIOV
dalle 15:30 alle 18:00

Iscrizione al Circolo

vai alla mappa

vai alla mappa