Mercoledì 21 novembre 2018 - ore 17.00

Sala conferenze della Biblioteca Statale “S. Crise”, L.go Papa Giovanni XXIII n.6

Incontro con lo scrittore Hans Tuzzi

A cura del prof. Elvio Guagnini

 

“In letteratura è come in teologia: valgono le sole domande. O meglio: è l’intelligenza delle domande che costringe a elaborare risposte alla loro altezza. Se chi si appresta a scrivere un romanzo spera di trovare enunciati da qualche parte regole e precetti più o meno ovvii su come scrivere cosa, allora non deve affidarsi a manuali bensì alla lettura di altri scrittori, e non necessariamente soltanto i grandi maestri. Il talento, l’istinto sono necessari. Vanno educati, certo, ma sono necessari. Uno scrittore autentico i fondamentali li avverte ben prima ancora di elaborarli in concetti. Chi, non pago di affidarsi al tacito insegnamento dei Maestri, sente il bisogno di un prontuario cui attenersi, è meglio che lasci perdere: la letteratura non è un compitino. Men che meno un suo compitino”.

Forte di queste convinzioni, Hans Tuzzi, in questo incontro che partendo dalla lettura affronta alcuni problemi di base di ogni scrittura narrativa – da  Come agganciare il lettore a Come caratterizzare i personaggi, dalla scelta tra Finali chiusi, finali aperti al concetto di Buona e cattiva letteratura –, propone non già banali ricette di tecnica espressiva o di forma narrativa, non fabula, intreccio, narratore interno esterno o ambiguo, ma più fertili considerazioni su limiti e potenzialità della parola, sulla potente irrealtà della letteratura. Che, per vari aspetti, nel processo creativo è come il tempo per sant’Agostino: “Se nessuno mi chiede cos’è, lo so; se devo spiegarlo a chi lo chiede, non lo so più”.

Hans Tuzzi - Nasce a Milano nel 2000, quando le Edizioni Sylvestre Bonnard pubblicano Collezionare libri, e l’autore Adriano Bon – dagli anni Settanta nell’editoria, e più tardi chiamato da Umberto Eco al Master in editoria cartacea e multimediale presso l’Università di Bologna – decide di non firmare col proprio nome ma di ricorrere a uno pseudonimo preso dall’Uomo senza qualità.

Da allora, grazie al successo di quel primo titolo, Hans Tuzzi/Hyde firma tutti i successivi scritti di Bon/Jekyll: saggi di bibliofilia, romanzi-romanzi (per usare la formula amata da Simenon) e romanzi “con delitto”, come Tuzzi preferisce chiamare i suoi gialli. L’ultimo, uscito l’11 ottobre scorso, è La vita uccide in prosa (Bollati Boringhieri).

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Fondazione Casali

Fondazione CRTrieste

Sezione Arti Visive

Sezione Arti Visive

Sezione Lettere

Sezione Lettere

Sezione Medicina

Sezione Medicina

Sezione Scienze

Sezione Scienze

Sezione Scienze Morali

Sezione Scienze Morali

Sezione Spettacolo

Sezione Spettacolo

Sezione Musica

Sezione Musica

Sezione Relazioni Internazionali e Integrazione Europea

Sezione Relazioni Internazionali e Integrazione Europea

via San Nicolò, 7 • 34121 Trieste
tel/fax 040 366744
info@circoloculturaeartits.org

Segreteria

ORARIO PER IL PUBBLICO

LUN MAR MERC GIOV
dalle 9:00 alle 11:30

Nel periodo della pandemia Covid-19
si riceve solo su appuntamento.

Iscrizione al Circolo

vai alla mappa

vai alla mappa