Martedì 30 ottobre 2018 - ore 17.00

Sala conferenze della Biblioteca Statale “S. Crise”, L.go Papa Giovanni XXIII n.6

Incontro con il dott. Antonio Longo

A cura del dott. Thomas Jansen

 

 Il processo di unificazione europea prende l’avvio, nella sostanza, su input della Francia (dichiarazione Schuman del 9 maggio 1950), secondo il metodo funzionalista (Jean Monnet).

Prima l’unione doganale, poi lo sviluppo del mercato unico e infine l’avvio dell’unione monetaria registrano la nascita del motore franco-tedesco, quale punto di riferimento per ogni avanzamento del processo unitario.

Il fallimento del Trattato-Costituzionale (2005) e l’inizio della crisi finanziaria ed economica nell’Eurozona (2007-2008) mettono in evidenza differenze d’approccio politico tra i due Paesi leader circa l’avanzamento del processo unitario, in termini di modello economico-sociale principalmente.

La definizione del modello europeo di sviluppo, in un mondo globale, è condizione necessaria per gli avanzamenti sul terreno dell’unione bancaria, del governo dell’eurozona, della politica di sicurezza. A tal fine, l’intesa franco-tedesca è ancor oggi una condizione necessaria, ma non più sufficiente.

Dott. Antonio Longo - Membro della Direzione Nazionale del Movimento Federalista Europeo. Direttore del Circolo di cultura politica “Altiero Spinelli” di Milano.  Membro del Comitato europeo della “Iniziativa dei Cittadini Europei New Deal for Europe”. Negli anni ’70 è stato segretario nazionale della Gioventù Federalista Europea. Autore di numerosi saggi ed articoli sul processo di unificazione europea, sotto l’aspetto politico ed economico. Laureato in Giurisprudenza all’Università di Genova, ha svolto la carriera professionale nella Banca Commerciale Italiana - Milano - dove ha ricoperto il ruolo di responsabile d’area di Direzione Centrale, prima nell’ambito del Servizio Organizzazione e poi della divisione Banca d’Affari. Ha rappresentato la Banca in diversi comitati internazionali (EBA, SWIFT) ed ha partecipato allo sviluppo dei progetti europei per l’unificazione del sistema dei pagamenti (SEPA). Svolge attività di consulenza per il Servizio Internazionale di una Banca italiana.

 

PROGETTO STARDEC

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Fondazione Casali

Fondazione CRTrieste

Sezione Arti Visive

Sezione Arti Visive

Sezione Lettere

Sezione Lettere

Sezione Medicina

Sezione Medicina

Sezione Scienze

Sezione Scienze

Sezione Scienze Morali

Sezione Scienze Morali

Sezione Spettacolo

Sezione Spettacolo

Sezione Musica

Sezione Musica

Sezione Relazioni Internazionali e Integrazione Europea

Sezione Relazioni Internazionali e Integrazione Europea

via San Nicolò, 7 • 34121 Trieste
tel/fax 040 366744
info@circoloculturaeartits.org

Segreteria

ORARIO PER IL PUBBLICO

LUN MAR MERC GIOV
dalle 9:00 alle 11:30

Nel periodo della pandemia Covid-19
si riceve solo su appuntamento.

Iscrizione al Circolo

vai alla mappa

vai alla mappa