Circolo della Cultura e delle Arti

Il Circolo della Cultura e delle Arti di Trieste, fondato nel 1946 per volontà dello scrittore Giani Stuparich,
segue con attenzione le trasformazioni sociali e culturali della città nel contesto regionale ed europeo,
aggiornando di anno in anno il proprio programma di divulgazione umanistica.
In tre quarti di secolo di attività ha realizzato oltre seimila manifestazioni:
conferenze, convegni, pubblicazioni, concerti, mostre, dibattiti, tavole rotonde,
ospitando centinaia di personalità tra le più importanti della cultura.

Sostieni la Cultura triestina! Dona al CCA il tuo 5 x mille

C.F. 80022560322

Il Circolo - per tradizione consolidata - opera non limitatamente ai propri Soci, ma a vantaggio di tutta la città e regione.
Le sue manifestazioni sono assolutamente gratuite ed aperte a tutti.

1946 – 17 febbraio – 2022

76° ANNIVERSARIO DALLA FONDAZIONE DEL CCA

 

Sabato 28 agosto 2021 - ore 16.00

Sala del Complesso turistico - ambientale di APLIS - Località Applis, n.2/C - 33025 OVARO

Conferenza organizzata dalla Sezione Scienze del CCA in partenariato con l'Associazione"Amici dell'Orologeria Pesarina Giovanni Battista e Remigio Solari - aps" e la partecipazione dei partner: Comune di Moruzzo e Associazione VideoTeleCarnia

2021 08 28 Creativita tecnologia


“Creatività e tecnologia al servizio della Cultura: esperienze a confronto” era il tema della conferenza organizzata sabato scorso (28 agosto 2021) a Ovaro, a cura del Circolo della Cultura e delle Arti di Trieste in partenariato con varie realtà del territorio nel quadro del progetto 2021 “I saperi dell’era digitale”, col supporto della Regione Friuli V. Giulia.

Introdotto dal presidente del Circolo avv. Sergio Cecovini, da Rosa Maria Solari dell’associazione “Amici dell’Orologeria” di Pesariis e da Lino Not - sindaco del Comune di Ovaro, che aveva concesso il proprio patrocinio -, il dibattito condotto dal direttore della sezione Scienze del CCA prof. Andrea Sgarro ha consentito un’ampia disamina sule modalità innovative e sulle strategie della divulgazione culturale adottate per superare il blocco della pandemia e per capitalizzare, nella fase di ripresa, le esperienze sul migliore utilizzo dei supporti digitali, beninteso senza perdere di vista il valore insostituibile del contatto umano.

I responsabili dell’Immaginario Scientifico di Trieste (Serena Mizzan) e del Bio.Ma. - Riserva Marina di Miramare (Maurizio Spoto) hanno illustrato le soluzioni più innovative adottate per coinvolgere in modo avvincente ed educativo bambini e ragazzi, ma non solo, nella scoperta dei segreti della fisica e delle biodiversità. Reciprocamente, l’assessore alla cultura del Comune di Prato Carnico (Gino Capellari) e il referente della Comunità di montagna della Carnia (Orlando Gonano) hanno confermato il piano di ampliamento del Museo dell’Orologeria storica di Pesariis, auspicando l’intensificarsi dei contatti, lo scambio di esperienze e di buone pratiche fra le istituzioni.

Il prof. Stefano Solari, responsabile scientifico del progetto etnografico su “L’eredità degli ultimi orologiai dll Carnia, tra cultura e innovazione”, ha spiegato l’importanza degli audiovisivi per la salvaguardia della memoria e la divulgazione delle testimonianze a scopo didattico e conoscitivo.

Sulla stessa lunghezza d’onda la dott.ssa Albina Montagnese, sindaco del Comune di Moruzzo, ha riferito sull’imminente conclusione di due progetti culturali ispirati rispettivamente all’epopea del nobile Marco di Moruzzo, ultimo portabandiera nel 1420 del Patriarcato di Aquileia, e di Cora Slocomb Savorgnan di Brazzà, imprenditrice e paladina dell’emancipazione femminile agli inizi del secolo scorso. Questi progetti tendono a rafforzare la consapevolezza sulle radici storiche della comunità locale, ma anche a promuovere il territorio con nuovi itinerari di turismo culturale qualificato. Una linea quest’ultima, come ha ricordato infine Franco Rota, che viene seguita pure nella vicina Regione Istriana ove, attraverso una pianificazione coordinata delle scelte di investimento si sta realizzando una serie di Centri multimediali tematici a supporto dei reperti di pregio, come la “Casa degli affreschi” a Draguccio o la “Casa dei Castelli” a Momiano.

La digitalizzazione è connaturata alla divulgazione telematica e televisiva dei contenuti culturali, ma la sua efficacia rischia di perdersi nel “rumore di fondo” in assenza di una canalizzazione intelligente nella comunità. In tal senso, ha ricordato Celestino Vezzi, un’associazione di volontari come VieoTeleCarnia, assolve ad un ruolo apprezzato che merita di essere tutelato.  

Il brain-storming si è concluso con una riflessione sul tema della sicurezza informatica e della protezione dei dati, brillantemente trattato dal prof. Sgarro: argomento non nuovo, affrontato già dagli antichi matematici e dai primi inventori della crittografia, ma oggi più che mai di attualità per le accresciute esigenze di garanzia della didattica e del lavoro a distanza.

Documenti presentati

La segreteria del Circolo riprenderà l'attività operativa dal 5 settembre, nel consueto orario dal lunedì al giovedì, ore 9.00 - 11.30. La corrispondenza e-mail in arrivo nei mesi di luglio e agosto sarà monitorata settimanalmente, per dare riscontro a eventuali questioni urgenti.

Ai Soci e a tutti gli Amici del Circolo, auguriamo un'estate serena.


Rubriche e servizi

Si segnala, nella rubrica "Grandangolo" curata da Paolo Frandoli, la nuova galleria di immagini dedicata all’oasi faunistica dell’Isola della Cona, situata alle foci dell’Isonzo: vero e proprio tesoro naturalistico della nostra regione.

Lo spazio Letteratura presenta le opere dei vincitori premiati e segnalati nella prima edizione del concorso internazionale “Giani Stuparich” riservato a giovani scrittori e videoamatori della macroregione Friuli V. Giulia – Austria – Slovenia – Croazia.

La sezione Cinematografia riporta una sintesi del libro di Francesco Cenetiempo “Fulgidi quegli anni!”, dedicato alle attività in campo cinematografico sviluppate della Sezione Spettacolo del CCA nei primi anni del dopoguerra (1947-1956).

Audio-video archivio

Le pagine Appuntamenti offrono la cronologia completa degli eventi realizzati dal Circolo a partire dall'anno 2017. Cliccando sul titolo di ciascuna manifestazione si accede alla relativa sintesi descrittiva, alle note biografiche sui relatori e ad eventuali contenuti multimediali correlati.

Dal 2018, diverse conferenze sono state audio-registrate. Dal 2020, numerosi incontri sono stati tenuti in video-conferenza, attraverso piattaforme dedicate, che ne hanno consentito la videoregistrazione. Per facilitare l'individuazione e l'accesso a tali contenuti, in quanto disponibiii, è stata inserita nel repertorio una colonna con i pulsanti AUDIO e VIDEO linkati direttamente ai record.


 

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Fondazione Casali

Fondazione CRTrieste

Prossimi Appuntamenti

Prossimi Appuntamenti

Sezione Arti Visive

Sezione Arti Visive

Sezione Cinematografia

Sezione Cinematografia

Sezione Economia

Sezione Economia

Sezione Musica

Sezione Musica

Sezione Letteratura

Sezione Letteratura

Sezione Medicina

Sezione Medicina

Sezione Musicologia

Sezione Musicologia

Sezione Scienze matematiche e naturali

Sezione Scienze matematiche e naturali

Sezione Relazioni Internazionali e Integrazione Europea

Sezione Relazioni Internazionali e Integrazione Europea

Sezione Scienze Morali

Sezione Scienze Morali

Sezione Spettacolo

Sezione Spettacolo

sede via Besenghi

via Besenghi, 16 • 34143 Trieste
tel/fax 040 3404100
presso Seminario Vescovile

info@circoloculturaeartits.org

Iscrizione al Circolo

C.F. 80022560322

Segreteria

ORARIO PER IL PUBBLICO

LUN MAR MERC GIOV
dalle 9:00 alle 11:30

sede via Besenghi

Nel periodo della pandemia Covid-19
si riceve solo su appuntamento.

vai alla mappa

vai alla mappa