Circolo della Cultura e delle Arti

Il Circolo della Cultura e delle Arti di Trieste, fondato nel 1946 per volontà dello scrittore Giani Stuparich,
segue con attenzione le trasformazioni sociali e culturali della città nel contesto regionale ed europeo,
aggiornando di anno in anno il proprio programma di divulgazione umanistica.
In tre quarti di secolo di attività ha realizzato oltre seimila manifestazioni:
conferenze, convegni, pubblicazioni, concerti, mostre, dibattiti, tavole rotonde,
ospitando centinaia di personalità tra le più importanti della cultura.

Sostieni la Cultura triestina! Dona al CCA il tuo 5 x mille

C.F. 80022560322

Il Circolo - per tradizione consolidata - opera non limitatamente ai propri Soci, ma a vantaggio di tutta la città e regione.
Le sue manifestazioni sono assolutamente gratuite ed aperte a tutti.

1946 – 17 febbraio – 2022

76° ANNIVERSARIO DALLA FONDAZIONE DEL CCA

Martedì 15 maggio, ore 17:00

Sala conferenze della Biblioteca Statale “S. Crise”, Largo Papa Giovanni XXIII n.6

Incontro con la dott.ssa Elisabeth Alber

A cura del dott. Sergio Bonifacio

 

La prima parte della relazione verterà sulle peculiarità dell’autonomia altoatesina. Come è ben noto, le giustificazioni a fondamento delle Regioni speciali in Italia non sono state le stesse, e, soprattutto, diversa è stata la loro evoluzione dal 1948 ad oggi. Un tratto caratterizzante delle Regioni a Statuto speciale nell’arco alpino è che esse tendono a fondare le proprie relazioni con lo Stato su una logica di concertazione e cooperazione.

Tale logica nella Provincia autonoma di Bolzano/Bozen permea tutto il sistema istituzionale ed anche la quotidianità.

Verranno pertanto illustrate le particolari soluzioni istituzionali e politiche proprie della Provincia autonoma di Bolzano/Bozen (le fonti del diritto, tra cui le norme di attuazione e la commissione paritetica; le regole del sistema socio-politico), con l’obiettivo di evidenziare i tratti tipici sui quali si è evoluta la governance altoatesina che, oggigiorno, permette una buona gestione delle politiche pubbliche nel rispetto delle disposizioni del secondo Statuto d’autonomia del 1972.

Tali disposizioni sono volte alla tutela delle minoranze e al mantenimento dell’equilibrio tra i gruppi linguistici presenti sul territorio altoatesino, e, come fine ultimo, ad una efficace governance territoriale.

Nella seconda parte della relazione si porrà l’accento sulle politiche che maggiormente danno luogo a performance di eccellenza. In particolare, si farà riferimento alle politiche dell’istruzione, dell’università, della ricerca, del turismo, del governo del territorio e infine della cooperazione transfrontaliera.

La cooperazione transfrontaliera è sempre stata di fondamentale importanza per lo sviluppo del territorio, soprattutto per l’attuazione delle disposizioni contenute nel secondo Statuto d’autonomia. Dopo la quietanza liberatoria nel 1992, contestualmente agli sviluppi dell’integrazione europea, diverse forme di cooperazione transfrontaliera hanno permesso alla Provincia autonoma di Bolzano/Bozen di divenire un “territorio-ponte” tra i paesi europei del Nord e del Sud.

 

Elisabeth Alber, Ricercatrice presso l’Istituto di studi federali comparati di EURAC Research di Bolzano, laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Torino e dottore di ricerca in Studi di Politica Comparata presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Innsbruck. Dopo esperienze lavorative presso il centro di ricerca “European Centre for Minority Issues” in Germania e presso le Istituzioni dell’Unione Europea in Belgio, dal 2006 lavora presso EURAC Research.

 Le sue ricerche riguardano il federalismo ed il regionalismo comparato, autonomie territoriali e culturali, processi e politiche di democrazia partecipativa. Si è specializzata su tali temi in varie università e centri di ricerca (tra l’altro, presso il Jonathan M. Tisch College of Citizenship and Public Service della Tufts University negli Stati Uniti, l’Oñati International Institute for the Sociology of Law nei Paesi Baschi, la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Turku/Åbo in Finlandia).

Dal 2014 lavora anche come consulente per diverse fondazioni nel Sud-Est Asiatico, in qualità di esperta e facilitatrice di processi di democratizzazione e decentramento. Ha curato diversi volumi collettanei e pubblicato su varie riviste, in italiano, inglese, tedesco e francese.

 

PROGETTO STARDEC

 

La segreteria del Circolo riprenderà l'attività operativa dal 5 settembre, nel consueto orario dal lunedì al giovedì, ore 9.00 - 11.30. La corrispondenza e-mail in arrivo nei mesi di luglio e agosto sarà monitorata settimanalmente, per dare riscontro a eventuali questioni urgenti.

Ai Soci e a tutti gli Amici del Circolo, auguriamo un'estate serena.


Rubriche e servizi

Si segnala, nella rubrica "Grandangolo" curata da Paolo Frandoli, la nuova galleria di immagini dedicata all’oasi faunistica dell’Isola della Cona, situata alle foci dell’Isonzo: vero e proprio tesoro naturalistico della nostra regione.

Lo spazio Letteratura presenta le opere dei vincitori premiati e segnalati nella prima edizione del concorso internazionale “Giani Stuparich” riservato a giovani scrittori e videoamatori della macroregione Friuli V. Giulia – Austria – Slovenia – Croazia.

La sezione Cinematografia riporta una sintesi del libro di Francesco Cenetiempo “Fulgidi quegli anni!”, dedicato alle attività in campo cinematografico sviluppate della Sezione Spettacolo del CCA nei primi anni del dopoguerra (1947-1956).

Audio-video archivio

Le pagine Appuntamenti offrono la cronologia completa degli eventi realizzati dal Circolo a partire dall'anno 2017. Cliccando sul titolo di ciascuna manifestazione si accede alla relativa sintesi descrittiva, alle note biografiche sui relatori e ad eventuali contenuti multimediali correlati.

Dal 2018, diverse conferenze sono state audio-registrate. Dal 2020, numerosi incontri sono stati tenuti in video-conferenza, attraverso piattaforme dedicate, che ne hanno consentito la videoregistrazione. Per facilitare l'individuazione e l'accesso a tali contenuti, in quanto disponibiii, è stata inserita nel repertorio una colonna con i pulsanti AUDIO e VIDEO linkati direttamente ai record.


 

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Fondazione Casali

Fondazione CRTrieste

Prossimi Appuntamenti

Prossimi Appuntamenti

Sezione Arti Visive

Sezione Arti Visive

Sezione Cinematografia

Sezione Cinematografia

Sezione Economia

Sezione Economia

Sezione Musica

Sezione Musica

Sezione Letteratura

Sezione Letteratura

Sezione Medicina

Sezione Medicina

Sezione Musicologia

Sezione Musicologia

Sezione Scienze matematiche e naturali

Sezione Scienze matematiche e naturali

Sezione Relazioni Internazionali e Integrazione Europea

Sezione Relazioni Internazionali e Integrazione Europea

Sezione Scienze Morali

Sezione Scienze Morali

Sezione Spettacolo

Sezione Spettacolo

sede via Besenghi

via Besenghi, 16 • 34143 Trieste
tel/fax 040 3404100
presso Seminario Vescovile

info@circoloculturaeartits.org

Iscrizione al Circolo

C.F. 80022560322

Segreteria

ORARIO PER IL PUBBLICO

LUN MAR MERC GIOV
dalle 9:00 alle 11:30

sede via Besenghi

Nel periodo della pandemia Covid-19
si riceve solo su appuntamento.

vai alla mappa

vai alla mappa