Circolo della Cultura e delle Arti

Il Circolo della Cultura e delle Arti di Trieste, fondato nel 1946 per volontà dello scrittore Giani Stuparich,
segue con attenzione le trasformazioni sociali e culturali della città nel contesto regionale ed europeo,
aggiornando di anno in anno il proprio programma di divulgazione umanistica.
In tre quarti di secolo di attività ha realizzato oltre seimila manifestazioni:
conferenze, convegni, pubblicazioni, concerti, mostre, dibattiti, tavole rotonde,
ospitando centinaia di personalità tra le più importanti della cultura.

Sostieni la Cultura triestina! Dona al CCA il tuo 5 x mille

C.F. 80022560322

Il Circolo - per tradizione consolidata - opera non limitatamente ai propri Soci, ma a vantaggio di tutta la città e regione.
Le sue manifestazioni sono assolutamente gratuite ed aperte a tutti.

1946 – 17 febbraio – 2022

76° ANNIVERSARIO DALLA FONDAZIONE DEL CCA

Martedì 6 marzo, ore 17:00

Sala conferenze della Biblioteca Statale “S. Crise”, Largo Papa Giovanni XXIII n.6

Incontro con il prof. Mauro Melato

A cura del prof. Maurizio De Vanna

 

 La classe medica triestina, fortemente caratterizzata da una cultura internazionale dovuta alla provenienza etnica degli iscritti, di cui solo 132 su 282 erano nati in città, ed alla loro formazione avvenuta prevalentemente in sedi universitarie del defunto impero, nel 1938 si trovò ad affrontare l’applicazione delle “Leggi Razziali”, proclamate proprio a Trieste da Benito Mussolini il 18 settembre.

Preceduta ed accompagnata da una feroce campagna di stampa tendente a squalificare socialmente i medici ebrei, la cancellazione di questi ultimi venne deliberata il 29 febbraio 1940 e colpì 55 medici ed un odontoiatra; 6 medici vennero iscritti nell’elenco dei medici “discriminati” potendo così proseguire l’attività professionale per “aver acquisito eccezionali benemerenze”. Dopo la cancellazione rimasero iscritti 318 medici a testimoniare la durezza del provvedimento adottato.

Seguirono per la città tempi duri: l’occupazione tedesca, i bombardamenti degli Alleati ed infine il primo maggio 1945, quando in Italia tornava la pace, l’occupazione dell’esercito jugoslavo che, come primo atto, proclamò lo “stato di guerra”. Seguì un periodo tragico, in cui alla classe medica vennero però riservati incarichi di particolare rilievo: un medico fu nominato Presidente del Comitato Esecutivo Antifascista Italiano Sloveno, “l’unico legittimo rappresentante politico delle masse antifasciste triestine”.

Sull’onda di una forte reazione internazionale agli eccidi che si stavano perpetuando a Trieste ed in Istria, il 12 giugno le truppe alleate occuparono la città dando luogo al Governo Militare Alleato, destinato a governare Trieste fino al 1954. Tra i primi provvedimenti venne deliberata l’epurazione di tutti coloro che per meriti fascisti avessero avuto vantaggi di carriera in Enti pubblici e privati, o fossero collusi con il regime nazista. Il provvedimento venne esteso ai liberi professionisti ed a conclusione di una procedura articolata risultarono sospesi per lo più per brevi periodi, qualche mese, 24 sui quasi 500 iscritti all’Ordine.

Ebbene, in tutte queste travagliate vicende, la classe medica triestina si mantenne sostanzialmente coesa e seppe essere un riferimento fondamentale della vita cittadina, facendosi forte di una preparazione professionale di eccellenza garantita dall’insistente organizzazione di eventi culturali che, canalizzati dalla “Associazione Medica Triestina” e dalla “Scuola Medica Ospedaliera”, svolsero una parallela attività politica, spasmodicamente tesa al ricongiungimento di Trieste all’Italia.

La segreteria del Circolo riprenderà l'attività operativa dal 5 settembre, nel consueto orario dal lunedì al giovedì, ore 9.00 - 11.30. La corrispondenza e-mail in arrivo nei mesi di luglio e agosto sarà monitorata settimanalmente, per dare riscontro a eventuali questioni urgenti.

Ai Soci e a tutti gli Amici del Circolo, auguriamo un'estate serena.


Rubriche e servizi

Si segnala, nella rubrica "Grandangolo" curata da Paolo Frandoli, la nuova galleria di immagini dedicata all’oasi faunistica dell’Isola della Cona, situata alle foci dell’Isonzo: vero e proprio tesoro naturalistico della nostra regione.

Lo spazio Letteratura presenta le opere dei vincitori premiati e segnalati nella prima edizione del concorso internazionale “Giani Stuparich” riservato a giovani scrittori e videoamatori della macroregione Friuli V. Giulia – Austria – Slovenia – Croazia.

La sezione Cinematografia riporta una sintesi del libro di Francesco Cenetiempo “Fulgidi quegli anni!”, dedicato alle attività in campo cinematografico sviluppate della Sezione Spettacolo del CCA nei primi anni del dopoguerra (1947-1956).

Audio-video archivio

Le pagine Appuntamenti offrono la cronologia completa degli eventi realizzati dal Circolo a partire dall'anno 2017. Cliccando sul titolo di ciascuna manifestazione si accede alla relativa sintesi descrittiva, alle note biografiche sui relatori e ad eventuali contenuti multimediali correlati.

Dal 2018, diverse conferenze sono state audio-registrate. Dal 2020, numerosi incontri sono stati tenuti in video-conferenza, attraverso piattaforme dedicate, che ne hanno consentito la videoregistrazione. Per facilitare l'individuazione e l'accesso a tali contenuti, in quanto disponibiii, è stata inserita nel repertorio una colonna con i pulsanti AUDIO e VIDEO linkati direttamente ai record.


 

Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Fondazione Casali

Fondazione CRTrieste

Prossimi Appuntamenti

Prossimi Appuntamenti

Sezione Arti Visive

Sezione Arti Visive

Sezione Cinematografia

Sezione Cinematografia

Sezione Economia

Sezione Economia

Sezione Musica

Sezione Musica

Sezione Letteratura

Sezione Letteratura

Sezione Medicina

Sezione Medicina

Sezione Musicologia

Sezione Musicologia

Sezione Scienze matematiche e naturali

Sezione Scienze matematiche e naturali

Sezione Relazioni Internazionali e Integrazione Europea

Sezione Relazioni Internazionali e Integrazione Europea

Sezione Scienze Morali

Sezione Scienze Morali

Sezione Spettacolo

Sezione Spettacolo

sede via Besenghi

via Besenghi, 16 • 34143 Trieste
tel/fax 040 3404100
presso Seminario Vescovile

info@circoloculturaeartits.org

Iscrizione al Circolo

C.F. 80022560322

Segreteria

ORARIO PER IL PUBBLICO

LUN MAR MERC GIOV
dalle 9:00 alle 11:30

sede via Besenghi

Nel periodo della pandemia Covid-19
si riceve solo su appuntamento.

vai alla mappa

vai alla mappa