Home arrow Progetto PRINTES
Progetto PRINTES

Con il progetto “PROSPETTIVE DI CRESCITA INTERCULTURALE, ECONOMICA E SOCIALE – Temi e sfide regionali, soluzioni internazionali” (acronimo: PRINTES) il CCA intende contribuire al perseguimento degli obiettivi individuati dalla L.R. 16/2014 che definisce quella del Friuli V. G. come “una comunità qualificata da un pluralismo culturale, linguistico e storico” e che “riconosce e considera la cultura quale essenziale valore sociale, formativo e di sviluppo economico, prezioso strumento di pacifica convivenza tra i popoli”, oltre che “momento di progresso nella dimensione europea e democratica” della comunità medesima.

Gli obiettivi specifici del progetto sono:

1. affrontare nel corso del 2017 con un approccio interdisciplinare la complessa problematica delle migrazioni (verso l’Europa e verso il territorio regionale), analizzando i relativi risvolti per la civile convivenza nella salvaguardia dell’assetto socioculturale locale, ponendo in luce le opportunità positive del fenomeno e mettendo a disposizione dei decisori pubblici i risultati delle analisi e dei dibattiti, utili a supportare le scelte di competenza;

2. accentuare il coinvolgimento dei giovani, tanto nelle attività specifiche del progetto quanto nelle restanti attività statutarie del CCA finalizzate alla diffusione della cultura in tutte le sue espressioni, mediante l’attuazione di programmi didattici concordati con le istituzioni universitarie e scolastiche del territorio regionale.

Con particolare riguardo al primo obiettivo, ricordato che dopo la promulgazione della legge Martelli del 1990 intesa a regolarizzare la posizione degli extracomunitari residenti di fatto in Italia, si sono cominciate a porre una serie di questioni riconducibili a diversi settori della conoscenza. Il CCA ritiene che esse vadano affrontate in modo organico su solide basi scientifiche e interdisciplinari per poterle incanalate verso soluzioni umanamente accettabili e sufficientemente condivisibili dall’opinione pubblica. 

 

Descrizione dei partner e del loro ruolo nell’ambito del progetto

 

-                COMUNITÀ DI SANT'EGIDIO. È un movimento internazionale di laici presente in più di 70 paesi nel mondo, fondato nel 1968 da Andrea Riccardi. Preghiera, poveri, pace sono al centro dell'impegno gratuito e volontario di tutti coloro che ne fanno parte. Le attività di solidarietà anche a beneficio della prima accoglienza dei migranti sono realizzate grazie al lavoro di volontari e finanziate tramite sottoscrizioni, contributi e donazioni.

 

-                SOCIETÀ DANTE ALIGHIERI: tutelare e difendere la lingua e la cultura italiana nel mondo. L’'articolo 1 dello Statuto sociale puntualizza la missione della "Dante", fondata nel 1889 da un gruppo di intellettuali guidati da Giosue Carducci e riconosciuta quale Ente Morale dal 1893. Si propone di ricongiungere idealmente gli emigrati alla madre patria, intensificando e mantenendo vivo il loro legame culturale, umano e linguistico con l'Italia. Ha allargato progressivamente i propri orizzonti istituzionali stando al passo con i tempi e sfruttando al meglio le nuove tecnologie della comunicazione per i contatti internazionali.

 

-         COMUNITÀ DEGLI ITALIANI DI FIUME - Il primo di tutti i Circoli italiani di cultura all’estero venne creato proprio a Fiume, il 2 giugno 1946. Nella successiva solenne cerimonia di apertura, l'11 novembre fu inaugurata la sede prescelta di Palazzo Modello, uno degli ambienti più rappresentativi della città. La trasformazione del CIC in Comunità degli Italiani risale al 16 giugno 1972. La CI pubblica una rivista periodica, dispone di biblioteca con due sale di lettura e moderne attrezzature audio-video per le attività culturali e ricreative. Trovandosi nella citta sede dell'Unione italiana, del Consolato d'Italia, del "Dramma Italiano" e della "EDIT", la CI di Fiume svolge un notevole ruolo di rappresentanza della Comunità Nazionale Italiana nell’area istro-quarnerina, venendo a contatto con autorità, rappresentanze diplomatiche, istituzioni culturali e artistiche italiane e croate.

 

© Circolo della Cultura e delle Arti
Via San Nicoḷ 7, 34121 Trieste - Tel. 040.366744
C.F. 80022560322