Home arrow Comunicati stampa arrow Macchine cifranti e codici segreti nelle due Guerre Mondiali. 31 ottobre 2013
Macchine cifranti e codici segreti nelle due Guerre Mondiali. 31 ottobre 2013 Stampa E-mail

CCA - Macchine cifranti e codici segreti nelle due Guerre Mondiali

Giovedì 31 ottobre 2013 - ore 17.30

Salone degli Incontri del Circolo Assicurazioni Generali, Piazza Duca degli Abruzzi 1

Con il crittologo Filippo Sinagra

A cura del prof. Andrea Sgarro

 

C'è una lotta oscura e senza quartiere che dura dal tempo delle guerre persiane, ha contribuito a decidere le sorti dei due conflitti mondiali e ci riguarda più che mai oggi nel tempo di Internet. Si tratta della lotta tra chi inventa metodi sempre più sofisticati per trasmettere messaggi segreti e chi invece, per mestiere o vocazione fa di tutto per violarne la segretezza. Ne parlerà, introdotto dal prof. Andrea Sgarro, Filippo Sinagra, uno dei massimi esperti del settore, giovedì 31 ottobre alle ore 17.30 presso il Salone degli Incontri del Circolo Assicurazioni Generali in un incontro organizzato dal Circolo della Cultura e delle Arti. La presentazione verterà sulla famosa macchina Enigma che fu ampiamente usata durante la Seconda Guerra mondiale dai tedeschi e dalla Marina italiana, e la cui decrittazione contribuì a modificare le sorti del conflitto. In particolare si parlerà della rarissima Sidney Hole a funzionamento pneumatico. Una macchina del 1929 che era stata progettata per scopi commerciali e che fu in seguito modificata per scopi militari come accadeva di frequente per le macchine cifranti. Ma come si diventa crittologo? Fatale fu in quel di Fiume l'amicizia del giovanissimo Sinagra con un ufficiale tedesco di nome Hans, addetto all'intercettazione delle radio clandestine. "Mi portava sulla sua camionetta, ed ero letteralmente affascinato, come può esserlo solo un bambino, dalle varie apparecchiature di rilevamento e da quelle radio dall'aspetto strano, che emettevano strani segnali e vari ordini preceduti da tre perentori Achtung! Avrei poi scoperto che erano in alfabeto Morse".

 

Filippo Sinagra - È nato a Fiume nel 1937 e con la famiglia si è trasferito a Venezia nel 1945. Si è dedicato alla crittografia classica e alla crittologia divenendo uno dei massini esperti del settore. Membro dell' International Intelligence History Study Group, nel 2007 gli è stato conferito dalla Radio di Stato russa (The Voice of Russia) un diploma "For contributing to promoting a dialogue between the Nations of world". È autore di numerosissime pubblicazioni sull'argomento: "Dalla scitala all'Enigma", opera composta da 9 volumi e 25 allegati, che ripercorre la storia della crittografia dalle origini. Inoltre "La crittografia nel movimento di Liberazione italiano", in cui vengono trattati i vari sistemi di cifratura, e sono riprodotte le apparecchiature ricetrasmittenti impiegate e numerosi articoli su riviste specializzate del settore.

Attualmente è in dirittura d'arrivo una nuova pubblicazione di 4 volumi, che riporta, in originale, i brevetti italiani delle macchine cifranti dall'inizio del Novecento e due volumi con documenti originali su "Codici e cifrari della Prima e Seconda Guerra Mondiale", "Codici telegrafici per la corrispondenza commerciale" e "La censura nella Seconda Guerra Mondiale".

 
< Prec.   Pros. >

© Circolo della Cultura e delle Arti
Via San Nicoḷ 7, 34121 Trieste - Tel. 040.366744
C.F. 80022560322