Home arrow Comunicati stampa arrow "LA GELOSIA" - 6 maggio 2013
"LA GELOSIA" - 6 maggio 2013 Stampa E-mail
 

 

LA GELOSIA”

Lunedì 6 maggio 2013 – Ore 17.30

Sala Baroncini delle Assicurazioni Generali – Via Trento, 8 (III piano)

Con il prof. Vittorio Volterra

(Già docente di Clinica psichiatrica all'Università di Bologna e Ancona)

A cura del prof. Maurizio De Vanna

 

La gelosia, dolorosa coscienza di frustrazione, vissuta talora con angoscia: se ne parlerà lunedì 6 maggio alle ore 17.30 presso la Sala Baroncini delle Assicurazioni Generali (via Trento, 8), in una proposta del Circolo della Cultura e delle Arti, a cura di Maurizio De Vanna, con l'intervento del prof. Vittorio Volterra, già docente di Clinica psichiatrica all'Università di Bologna e Ancona e in vari corsi di aggiornamento istituzionali in ordine alla prevenzione e alla cura delle malattie mentali, autore di pubblicazioni e monografie, tra cui il libro “La gelosia. Il mostro dagli occhi verdi”. Vero dramma delle passioni, tra collera e dispetto, la gelosia provoca una sofferenza esasperata dall’immagine di un rivale reale, o presunto, basata sulla convinzione che l’oggetto amato sia di propria appartenenza. Uno dei dilemmi più importanti e difficili della psicologia riguarda però se tutto questo rappresenti solo delle abnormi modalità di presentazione e di vissuto, facenti parte dell’esperienza umana normale. Quando infatti non si tratta più di un elemento momentaneo, contingente e misurato, tali trasformazioni affettive possono diventare proprie di un disturbo di personalità, fino a sfociare in una malattia mentale. La gelosia allora si presenta con caratteristiche “sui generis”, in differenti stadi di manifestazione, prevalenti ed esclusivi, che in soggetti con disturbi gravi di personalità conducono a forme ossessive-compulsive, fino a veri e propri deliri. Con la presenza di caratteristiche psicotiche, la gelosia può comparire anche in relazione a patologie cerebrovascolari, involutive, degenerative o tossiche, tra le quali, soprattutto, l’alcoolismo cronico. Ne sono testimonianza numerose esemplificazioni di gelosia morbosa che ne possono derivare, compresi alcuni aspetti particolari, quali quelli “on line” e di “stalking”, vera e propria forma di reato riconosciuto, con correlati psichiatrico-forensi, che comportano azioni dissociali, talora anche molto gravi.

 

 

Ufficio stampa CCA: Fabio Venturin

 

Vittorio Volterra - Già Docente di Clinica psichiatrica nella Facoltà Medica di Bologna, docente nelle Scuole di Specializzazione in Psichiatria, Geriatria, Igiene e Medicina preventiva, Malattie Nervose e mentali, Neuropsichiatria infantile, Medicina dello Sport (Bologna), Medicina Interna e Pediatria (Ancona). Docente di Psichiatria, dal 2002, nell’Università di Ferrara, nel Master di II livello “Psicopatologia e Scienze Forensi”; di Semeiotica Psichiatrica nella Scuola di Specializzazione in Psichiatria presso l’Università di Ancona. Docente in vari corsi di aggiornamento istituzionali. Autore di oltre 450 pubblicazioni su riviste italiane e straniere, di varie monografie, del “Trattato Italiano di Psichiatria”, editor del volume: “Psichiatria forense, criminologia ed etica psichiatrica”, del saggio “Melanconia e musica (creatività e sofferenza mentale)”. Ha insegnato all’estero ed è tuttora responsabile scientifico di molte riviste internazionali. Professionalmente ha avuto responsabilità di primissimo piano in ordine alla prevenzione e alla cura delle malattie mentali. Si occupa di cinema e arte anche dal punto di vista delle contaminazioni psichiatriche.

 
< Prec.   Pros. >

© Circolo della Cultura e delle Arti
Via San Nicoḷ 7, 34121 Trieste - Tel. 040.366744
C.F. 80022560322