Home arrow Comunicati stampa arrow LE CELLULE STAMINALI CARDIACHE E LE RIPARAZIONI DELL'INFARTO MIOCARDICO - 23 aprile 2013
LE CELLULE STAMINALI CARDIACHE E LE RIPARAZIONI DELL'INFARTO MIOCARDICO - 23 aprile 2013 Stampa E-mail
 

 

LE CELLULE STAMINALI CARDIACHE

E LA RIPARAZIONE DELL'INFARTO MIOCARDICO

Martedì 23 aprile 2013 – Ore 17.00

Sala conferenze della Biblioteca Statale “Stelio Crise”

Largo Papa Giovanni XXIII n. 6 – 2° piano

Con il prof. Carlo Alberto Beltrami

(Direttore Centro Interdipartimentale Medicina Rigenerativa - Università di Udine)

A cura del prof. Maurizio De Vanna e del prof. Enrico Tongiorgi

 

Le cellule staminali cardiache e la riparazione dell'infarto miocardico”, è il tema che viene proposto dal Circolo della Cultura e delle Arti, a cura di Maurizio De Vanna ed Enrico Tongiorngi, in un incontro che avrà luogo martedì 23 aprile alle ore 17.00 presso la Sala conferenze della Biblioteca Statale “Stelio Crise” (Largo Papa Giovanni XXIII n. 6 – 2° piano), con la presenza quale relatore del prof. Carlo Alberto Beltrami, Direttore del Centro Interdipartimentale di Medicina Rigenerativa dell'Università di Udine, per evidenziare come la patologia ischemica del cuore rappresenti, prima di tutto, una delle cause più frequenti di mortalità nel mondo occidentale e come pertanto molti sforzi e molti investimenti siano in corso per trovare possibili rimedi ad una malattia tanto pregiudizievole per il buon funzionamento di un  un organo che deve incessantemente contrarsi per tutta la vita, spingendo il sangue in tutti i distretti dell’organismo.  Al centro dell’attenzione di numerosi gruppi di ricerca, sia di base, sia clinica, ci sono attualmente alcune scoperte avvenute nell'ultimo decennio, riguardanti soprattutto l'osservazione, l’isolamento e la caratterizzazione delle cellule staminali, presenti con diverse capacità proliferative nei tessuti e negli organi dell’individuo adulto. Ciò è stato dimostrato positivamente anche nel cuore umano ed ha aperto la strada, per lo meno teorica, ad una possibile terapia “rigenerativa” per un cuore andato incontro ad una perdita più o meno estesa del suo patrimonio contrattile. Gli studi biologici, tuttora in corso e con risultati talora controversi, hanno fornito possibili nuovi indirizzi: alcuni valorizzano la liberazione di sostanze ad azione stimolante locale, altri sottolineano il ruolo di piccole molecole di una classe speciale, capaci di agire direttamente sulle celle miocardiche inducendone la proliferazione. Il capitolo, tuttavia, è ben lungi dall’essere ritenuto chiuso ed il futuro scientifico certamente riserverà ancora molte sorprese.

 

Ufficio stampa CCA: Fabio Venturin

 

 
< Prec.   Pros. >

© Circolo della Cultura e delle Arti
Via San Nicoḷ 7, 34121 Trieste - Tel. 040.366744
C.F. 80022560322